Analista ottimista su Bitcoin ETF – 50 per cento di opportunità

Gli analisti di rinomate istituzioni finanziarie e Bloomberg ritengono che la probabilità di successo del Winklevoss Bitcoin ETF COIN è ora relativamente alta. La ragione risiede nell’imprevedibilità della US Securities and Exchange Commission (SEC).

Ci sono molte altre parti del COIN ETF in fase di sviluppo. Alcune di queste parti potrebbero avere un forte impatto sulla SEC che accoglie il primo Bitcoin ETF al mondo. Altre parti, invece, potrebbero eliminare completamente la probabilità di passaggio.

Sulla base delle precedenti decisioni della SEC in materia di ETF innovative, è difficile dire in che misura sia possibile ottenere una conferma dell’ETF Winklevoss. Ma il coinvolgimento di un rispettato istituto finanziario da 30 miliardi di dollari USA, la partecipazione di analisti indipendenti, così come Quant Trader di KCG e Susquehanna danno speranza.

Perché gli analisti credono nel Bitcoin code

Negli ultimi anni Bitcoin code è diventato noto come oro digitale. Tuttavia, attualmente è ancora in fase di realizzazione del suo potenziale tecnico per diventare una rete di insediamento efficiente ed economica: https://www.geldplus.net/it/bitcoin-code-truffa/ Per questo motivo, la maggior parte degli utenti Bitcoin utilizza l’attuale rete Bitcoin come mezzo per proteggere la propria ricchezza o per effettuare grandi transazioni che non sarebbero state possibili senza un intermediario.

Come ha detto Eric Balchunas, analista senior dell’ETF di Bloomberg Intelligence, la SEC ha già introdotto in passato ETF che non hanno ancora aperto un nuovo mercato e che all’epoca non hanno suscitato l’interesse dell’industria. Un esempio è l’ETF ASHR, che è stato approvato dall’autorità SEC prima che le società statunitensi entrassero in azione.

Balchunas ha detto di Bitcoin code:

“Le probabilità sono così alte. Sono possibili problemi di regolamentazione, finanziari e di sicurezza, ma gli Bitcoin code hanno una lunga storia di apertura di nuovi mercati. Un grande esempio di ETF approvata dalla SEC è l’ASHR. L’approvazione è stata approvata prima che le aziende americane ne fossero realmente al corrente”.

Come ha detto prima Spencer Bogart, Vice Presidente di Equity Research at Needham & Co, le opportunità per il Bitcoin ETF sono quasi uguali. Ciò può essere dedotto proprio dal fatto che i funzionari della SEC non riceverebbero alcun vantaggio/svantaggio dall’ETF. Ma se l’ETF fallisce e destabilizza il mercato, i funzionari saranno ritenuti responsabili.

Secondo Bachunas, l’opportunità per il Bitcoin ETF è di circa il 50% entro la data limite. L’industria e la comunità Bitcoin sono abbastanza ottimisti riguardo al Bitcoin ETF. Ciò è dovuto principalmente al lavoro che i gemelli Winklevoss stanno svolgendo, dato che ora hanno persino assunto un’istituzione finanziaria rinomata in State Street per mantenere e controllare l’ETF.

Uno dei vantaggi che Balchunas vede nell’ETF è il minor costo aggiuntivo che si paga rispetto ad altri strumenti Bitcoin pubblici. Come si può vedere sul mercato OTC (over-the-counter) di Bitcoin, strumenti come il Bitcoin Investment Trust (GBTC) sono negoziati a premi elevati sui grandi mercati regolamentati.

GBTC è attualmente scambiato a 129 dollari per azione, che equivale a un prezzo di 1.290 dollari per Bitcoin. Al momento della redazione, un Bitcoin viene scambiato a 1.250 dollari USA.

“Se è un po’ come le obbligazioni ad alto rendimento, dovresti scambiare Bitcoin ETF con un premio dall’1 al 2%, che sarebbe comunque migliore del mercato OTC”, ha infine aggiunto Balchunas.